Impianti di condizionamento e riscaldamento.

Gli impianti di climatizzazione ambientale (riscaldamento e di condizionamento) ormai sono irrinunciabili nelle nostre case.

Questi utilizzano una quota consistente, circa il 50%, dell’energia consumata in ambito domestico. È quindi molto importante installare sistemi efficienti, a tutto vantaggio della bolletta, del comfort e della sicurezza.

Migliorare l’efficienza energetica nella climatizzazione dell’intero parco edilizio è una delle azioni prioritarie ai fini del risparmio energetico: questo settore, infatti, assorbe oltre un terzo del fabbisogno energetico complessivo.

Questi consumi, unitamente alle emissioni di CO2, possono essere ridotti considerevolmente con interventi di risanamento dell’involucro edilizio e di ammodernamento degli impianti termici. La scelta attenta degli impianti di riscaldamento nelle nostre abitazioni, in particolare della caldaia, e il loro mantenimento in efficienza assicura, nel corso degli anni, costi di gestione e bollette energetiche più bassi, minori consumi ed inquinamento, regolarità di funzionamento e maggiore sicurezza per le nostre case.

Considerati fino a qualche anno fa un bene di lusso, i condizionatori dell’aria sono sempre più diffusi, quasi alla pari dei termosifoni. Ma al miglioramento del comfort è associato un aumento dei consumi di energia. Non è un caso che negli ultimi anni il picco della domanda sulla rete elettrica nazionale si registri in estate piuttosto che in inverno.

 

CONDIZIONATORI: Sì GRAZIE

di CARLESSO P.I. STEFANO

 

 

Negli ultimi anni, le estati sono caratterizzate da elevate temperature e tassi di umidità molto al di sopra dei valori usuali, un insieme di fattori che ha messo a dura prova la salute di alcune categorie di persone più deboli come gli anziani, gli ammalati cronici, i bambini molto piccoli e le donne in gravidanza.

 

Leggi tutto l'articolo >>

 

 

 

 

 

© ArtigianoAmico 2015 || Website Powered by www.asppinext.com